Search

Compagnia Del Marketing

per la comunicazone di marketing 3.0

Tag

neuroscienze

Il brand è l’idea che il consumatore ha del prodotto e di questo ne è l’anima

Partecipazione ed Esperienza sono le basi fondamentali per la fruizione della Cultura e sono determinanti nel processo di interazione, che, attraverso l’Innovazione, può essere l’inizio di un nuovo processo di sviluppo.

Le esperienze devono diventare oggi un’offerta economica, intese come eventi memorabili, seppur estemporanei, con l’obiettivo di coinvolgere a livello personale il “consumatore”, “vetrinizzando” e “spettacolarizzando” la propria offerta e il proprio prodotto.

“Acquistare accesso a un’Esperienza vissuta piacevole e significativa […] è diventato un modo di vita”. Siamo inseriti in un mondo fatto da spettacoli i cui protagonisti sono gli stessi “Consumatori”. Continue reading “Il brand è l’idea che il consumatore ha del prodotto e di questo ne è l’anima”

Le Specializzazioni di Compagnia del Marketing: Advertainment

Il Sistema intelligente Rebel Alliance Empowering consente alla Compagnia del Marketing di facilitare la fusione delle esperienze ed i know-how dei due linguaggi dell’Entertainment e dell’Advertising (che seppur affini, ancora separati) attraverso il programma ARTExperience, rendendoli finalmente efficacemente complementari nel design di prodotti per l’ Advertainment.

Advertainment è il linguaggio per il Brand Engagement che fonde l’Intrattenimento con la Pubblicità. Continue reading “Le Specializzazioni di Compagnia del Marketing: Advertainment”

Le Specializzazioni di Compagnia del Marketing: Comunicazione Audiovisiva e Nuovi Media

L’efficacia della comunicazione è guidata dall’architettura del nostro cervello.

Ed è per questo che Compagnia Del Marketing ha rivolto particolare attenzione alla sua ricerca applicata al fine di sviluppare competenze tecniche, acquisire nuove conoscenze, selezionare professionisti creativi ed artisti, in grado di abilitare la sua organizzazione tecnica e creativa in maniera funzionale all’uso efficace delle immagini e dei suoni nel marketing narrativo e nel design dei nuovi media esperienziali. Continue reading “Le Specializzazioni di Compagnia del Marketing: Comunicazione Audiovisiva e Nuovi Media”

Coca-Cola o Pepsi?

Coca-Cola vs Pepsi Cola: il duello nel settore dei soft drink, che sembra vedere il primo superare Pepsi di circa 5/6 volte. Un fenomeno dovuto non solo alle differenze tra i prodotti, ma anche dalla pubblicità, dalla presenza sul mercato e dalla fidelizzazione al marchio. Le nostre scelte non sono dettate solo da una “questione di palato”, ma anche da informazioni culturali, che vengono memorizzate in una specifica zona del cervello. Continue reading “Coca-Cola o Pepsi?”

La vaniglia… nella strategia di marketing

“Una musica, un profumo, un ricordo… fanno vendere […] Secondo recenti studi scientifici, percepire l’essenza di vaniglia in un negozio di intimo fa raddoppiare le vendite”.

Lo psicologo Eric Spangenberg (Washington State University School of Business) ha scoperto che gli odori stimolano, durante lo shopping, quelle aree del cervello, responsabili della creazione delle emozioni e dei ricordi. Il naso è in grado di riconoscere fino a 10.000 profumi e si stima che il 75% delle emozioni che proviamo sono generate anche dall’odore che percepiamo. Continue reading “La vaniglia… nella strategia di marketing”

A ritmo di!

“Una musica, un profumo, un ricordo… fanno vendere […] Anche il suono ha il potere di influenzare il nostro umore e condizionare le nostre abitudini di acquisto”.

Il nostro umore viene sicuramente influenzato anche dal suono, che spesso riesce a condizionare le nostre abitudini di acquisto; il cervello, infatti, quando ascoltiamo della musica, mette in moto sia la parte razionale che emotiva. Alcuni studi hanno dimostrato che il ritmo influenza la percezione del tempo ed è per questo che spesso nei supermercati la musica è lenta (i clienti si muovono più lentamente al fine di acquistare di più), mentre nei fast food il ritmo è più veloce (con lo scopo di accelerare il ritmo del pasto per servire più clienti). Continue reading “A ritmo di!”

La prossima evoluzione: dal Marketing 3.0 al Neuromarketing

Per Neuromarketing si intende la disciplina che si avvia all’utilizzo di emergenti tecniche di indagine già in uso nelle Neuroscienze applicate alla ricerca di base ed industriale nella branca economica della disciplina economica che va sotto il nome di Marketing, un campo, come visto, nato funzionale alle scienze economiche, ma che oggi estende le sue basi d’indagine in altri campi della Scienza, quali ad esempio la Sociologia, la Psicologia e la Psico-sociologia, la Linguistica, la Pragmatica della Comunicazione, … altre scienze che, insieme, afferiscono alle Scienze Cognitive.

Il Neuromarketing sembra essere in grado di fornire strumenti di analisi che poggiano su basi molto più scientifiche, di quelle attualmente in uso, riguardanti le influenze sui processi decisionali ed i conseguenti comportamenti di acquisto del consumatore in base alle influenze della pubblicità, dei prezzi e la distribuzione di prodotti; nonché, facilitare le indagini per l’ingresso sui mercati e la commercializzazione stessa di prodotti.

Il Neuromarketing inizia ad essere descritto come uno strumento per determinare i funzionamenti interni sconosciuti del cervello umano in funzione dei processi decisionali atti a soddisfare i bisogni, facendo uso di tecnologia di imaging. Continue reading “La prossima evoluzione: dal Marketing 3.0 al Neuromarketing”

Parola d’ordine? …cervello!

“Una musica, un profumo, un ricordo… fanno vendere […] L’85% delle nostre scelte (comprese quelle d’acquisto) avviene prima che la coscienza ne sia consapevole”. 

In pubblicità la parola d’ordine è diventata “cervello”; scansioni celebrali, impulsi elettrici rilevano le emozioni ed è per questo che per pianificare le strategia di vendita e capire perché il consumatore  preferisce un prodotto rispetto ad un altro vi è la necessità di affidarsi alle neuroscienze. Studi neurologici dimostrano, infatti, che circa l’85% delle scelte effettuate durante il giorno sono frutto dell’inconscio, comprese quelle d’acquisto. Continue reading “Parola d’ordine? …cervello!”

La componente razionale… è solo del 5%

Secondo alcuni studiosi Usa,

la componente razionale

è solo del 5%

“Un prodotto o un marchio che richiami memorie positive ha certamente più successo. Ma per raggiungere l’obiettivo bisogna innanzitutto considerare i diversi gusti culturali; o quelli di uomini e donne” [Fabio Babiloni].

Il neuro-marketing è la nuova frontiera della pubblicità: scopre le reazioni emotive dei consumatori di fronte alle immagini, capendo ciò che piace realmente. Risulta quindi necessario, fondamentale, creare emozioni… Alcune date vengono dimenticate, ma tutti, ad esempio, sanno dove si trovavano l’11 settembre 2001; ricerche dimostrano che molti ricordano anche particolari insignificanti, come che maglietta indossavano o la marca del gelato che gustavano.

La memoria umana è limitata ed è per questo che ha bisogno di stimoli per attivare l’emozione.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: