COMPAGNIA Del MARKETING | PHANTASYA [REBEL ALLIANCE EMPOWERING] ad ECOMONDO\2016 per promuovere l’ECONOMIA CIRCOLARE.

“La mostra vuole trasferire, con un viaggio rappresentato da contributi visivi e digitali, la suggestione e la novità di ciò che sta accadendo.”

La Mostra educativa EXNOVO MATERIALS in the CIRCULAR ECONOMY rappresentata da contributi visivi e digitali, i cui contenuti sono stati sviluppati dal team di Rebel Alliance Empowering, e realizzata attraverso un percorso tracciato con 24 video, 11 holobox, 100 mq videoledwall, 8 ledtv, 2 paraologrammi, 1 proiezione immersiva in 1000 mq espositivi, ha descritto “un viaggio visionario tra presente e futuro che racconterà potenzialità e applicazioni, mostrando un futuro dove l’Economia circolare può attingere a se stessa riducendo automaticamente l’impatto di prelievo delle risorse naturali”.

In occasione del suo ventennale Ecomondo ha lanciato ExNovoMaterials in the circular economy, la prima mostra in Europa sull’economia circolare: un’esposizione multimediale dedicata ai materiali innovativi che nascono dalla creatività “propria” della materia, ma, soprattutto, dalla valorizzazione delle “storiche” materie prime seconde. Vale a dire i rifiuti.
Rifiuti che diventano quindi risorsa, per non dire addirittura miniera per i prodotti del domani. E così dopo aver inaugurato come di rito il ventennale della kermesse riminese e la quinta edizione degli Stati Generali della Green Economy nel corso della mattinata, la prima giornata di Ecomondo 2016 si è conclusa proprio con un altro taglio del nastro sempre affidato al ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti: quello, per l’appunto, della mostra ExNovoMaterials.
La struttura dell’esposizione, a metà tra un museo ed un labirinto, spinge a scoprire che cosa sono gli “ExNovoMaterials” attraverso un percorsoc che segue un itinerario ideale in tre tappe. Si parte dalla rappresentazione della “macchina” che oggi genera nuovi materiali per l’industria (ed ecco il Labirinto delle Stanze intorno alla Piazza del Packaging). Ciascuna materia si racconta per ciò che è e che potrà essere: Carta, Alluminio, Legno, Vetro, Plastica, Acciaio, Olio minerale, Gomma, Compost e Bioplastica. Al centro uno spazio dedicato all’imballaggio, strumento che molti materiali hanno in comune nella circolarità del processo da rifiuto a nuovo prodotto.
Senza dimenticare che proprio gli imballaggi sono e sono stati al centro della costruzione della cultura, della comunicazione e della formazione di una consapevolezza ecologica in Italia. Non a caso i consorzi del sistema Conai sono tra i principali espositori della mostra, mostrandoci nella vita di ogni giorno quanta materia preziosa maneggiamo e quanta ne può, tramite il riciclo, tornare ad essere altrettanto preziosa nei nostri usi quotidiani.
Si incontrano poi gli esempi della grande realtà economica che già oggi cresce grazie a questi nuovi protagonisti (i Testimonial delle applicazioni industriali). E si giunge infine allo Spazio della Sperimentazione, dove si riuniscono alcune esperienze che esplorano i trend del futuro.
La mostra vuole trasferire, con un viaggio rappresentato da contributi visivi e digitali, la suggestione e la novità di ciò che sta accadendo. Un viaggio visionario tra presente e futuro che racconterà potenzialità e applicazioni, mostrando un futuro dove l’Economia circolare può attingere a se stessa riducendo automaticamente l’impatto di prelievo delle risorse naturali. (Fonte Ricicla.tv)