L’Advertainment, che può essere considerato a tutti gli effetti come un nuovo strumento di promozione del brand a disposizione delle imprese, nasce dall’esigenza di riflettere i collegamenti sempre più intensi, esistenti tra pubblicità e intrattenimento. Si riferisce a pratiche promozionali che integrano la comunicazione del brand all’interno del contenuto dei prodotti di entertainment. Sono numerosi i fattori che stanno contribuendo al sempre più crescente interesse verso l’applicazione delle innovative tecniche di Advertainment, ma quelli che assumono una rilevanza maggiore sono certamente l’incremento dei costi di pubblicità e la continua perdita di efficacia dei messaggi pubblicitari tradizionali. I consumatori sono esposti ad un numero sempre più elevato di messaggi pubblicitari, ma, allo stesso tempo, riescono a trovare nuovi modi per evitare di “subirli” in maniera passiva.

Da quando le nuove tecnologie e i nuovi mezzi di trasmissione hanno conferito all’intrattenimento un ruolo privilegiato con l’obiettivo di raggiungere un’audience sempre più vasta, le campagne pubblicitarie hanno subito una contaminazione da parte dei generi televisivi di maggior successo.

Negli anni novanta nasce così la pratica dell’Advertainment (advertising – entertainment), una forma di comunicazione commerciale che persegue i suoi fini pubblicitari intrattenendo e avvincendo il consumatore, generalmente raccontando una storia a puntate. Nell’Advertainment si assiste a un’ibridazione tra intrattenimento e comunicazione pubblicitaria che comporta una fusione integrata delle due componenti, tanto da non poter più scindere la storia narrata dal messaggio promozionale; proprio in questa ibridazione tra pubblicità ed entertainment il mondo pubblicitario mostra di aver colto l’essenza e le potenzialità del linguaggio televisivo. […]

Tesi di Laurea in Marketing e Strategie d’impresa avanzato; “Nuove forme di comunicazione del Brand” ; dott. Daniele Mangiapia (Federico II | 2014-2015)