Startup Europe Week in Campania 1-5 febbraio 2016 

L’iniziativa che coinvolgerà in tutta Europa attori del sistema, startup innovative ed imprese attraverso iniziative ed eventi dedicati alla creazione di nuova imprenditorialità.

Uno dei membri fondatori di Compagnia del Marketing, nominato co-organizzatore degli eventi in Campania, assieme al gruppo di ricerca R.A.N.K.E.D ed il Network Culturit Italia ed in collaborazione con l’ABAN – Accademia di Belle Arti di Nola, per il progetto “Startup Europe Week”, con riferimento ai suoi obiettivi, offrono l’opportunità di definire una agenda di attività per il “Knowledge Activism” finalizzato a divulgare in prima istanza conoscenze ed esperienze utili a chi abbia intenzione di intraprendere nuove imprese.

3.02.2016 | ABAN – Accademia di Belle Arti di Nola |

“Perché ovunque guardiamo le startup hanno risultati così negativi?
[…] Mentre il mondo diviene sempre più incerto, diventa ancora più difficile prevedere il futuro. […] I vecchi metodi di gestione non sono all’altezza del compito. […] Può sembrare contro intuitivo pensare che qualcosa di così dirompente, innovativo e caotica come una startup possa essere gestita o, per essere precisi, debba essere gestita. La maggior parte delle persone pensa al processo e alla gestione come qualcosa di noioso e scialbo, mentre le startups sono dinamiche ed eccitanti. Ma ciò che è davvero emozionante è vedere una startup avere successo e cambiare il mondo. La passione, l’energia e la visione che le persone portano a queste nuove iniziative sono risorse troppe preziose per essere sprecate. […]” [The lean startup, Eric Ries, 2011]

Il mito delle Startup prende forza e molti parlano delle Startup come la panacea per il rilancio dell’economia, di quanto sia entusiasmante mettersi in proprio, ma pochi parlano degli errori e dei fallimenti in cui incorre una Startup.
Nel contesto globale e iper-competitivo in cui ci troviamo, bisogna tenere bene in mente che nessuna impresa può nascere, evolvere e svilupparsi sostenuta dall’oramai obsoleto genio “one self-made man”. Un’idea progetto imprenditoriale, seppur altamente innovativa, ha bisogno di essere sostenuto dall’appoggio di un team, il quale, se ben composto, può essere il segreto per sviluppare al meglio l’idea e sostenerla verso il successo: la cooperazione multi-interdisciplinare è la chiave del successo.

Se l’idea venuta in mente a qualcuno esperto in un particolare settore può sembrare quella ottimale, allora è necessario avere una buona e robusta strategia di business (che può essere di differenziazione, di costo oppure la cosiddetta Oceano Blu); l’esperto del particolare settore per definire la strategia complessiva ha bisogno anche di altre competenze.

L’analisi degli aspetti relativi al successo ed al fallimento di una Startup; un percorso accademico di formazione dei futuri imprenditori; un percorso focalizzato sull’apprendistato cognitivo, rappresentano conditio sine qua non per il successo di chiunque si avvicini al mondo imprenditoriale e/o d’impresa, in quanto, oltre alla gestione della stessa, rappresentano fattori fondamentali anche esperienza e vision.

www.startupeuropeweek.eu